PROFESSIONE RUP: DETERMINAZIONE ANAC 1007 DELL’OTTOBRE 2017 (AGGIORNAMENTO LINEE GUIDA N. 3/2016). Nomina ruolo e compiti del Responsabile Unico del Procedimento per l’affidamento di appalti e concessioni. RUP e Project Management (Cod. MEPA 10AAH)

SCHEDA TECNICA FORMAZIONE IN HOUSE

Sede
In aule da Voi messe a disposizione

Partecipanti
Si suggeriscono aule non superiori alle 25/30 persone

Durata del corso
N. 3 giornate di formazione della durata di 6 ore ciascuna

Destinatari
Tra i dipendenti che hanno i requisiti per essere RUP, quali Responsabile di Procedimento (RdP/RUP) presso servizi amministrativi e tecnici, Dirigenti e responsabili che intervengono sulla programmazione e chiamano in causa la figura del Responsabile di Procedimento.

Obiettivi
Fornire ai partecipanti gli strumenti applicativi previsti dalla norma di riferimento con le ricadute pratico/operative nello svolgimento dell’ordinaria attività aziendale. Gli interventi formativi vengono contestualizzati armonizzando le novità normative e giurisprudenziali con la prassi operativa. Il corso fornirà strumenti per organizzare la professione, lo spazio d’azione, gli strumenti oltre all’esatta individuazione delle responsabilità gestionali e specialistiche.

Articolazione del corso
Il corso consta di una prima parte di ricognizione teorica sui principi generali della disciplina degli appalti pubblici, seguita da un percorso formativo strutturato in forma di laboratorio con analisi puntuale di ogni singolo argomento affiancato da una precisa disamina di ampia e specifica casistica. Nella fattispecie sarà nostra cura individuare il relatore tra i docenti del gruppo di lavoro “APPALTI, ANTICORRUZIONE, TRASPARENZA“ in modo da garantire la continuità didattica ed esperienziale.
La certificazione del percorso è rilasciato dall’Università degli Studi del Sannio che ottempera agli obblighi di formazione del personale richiesti dalla normativa sull’Anticorruzione e il costo di tale percorso rientra nella formazione obbligatoria “fuori dell’ambito applicativo di cui al comma 13 dell’art.6 del D.L.78/2010”, cioè fuori dai limiti alle spese di formazione (Corte dei Conti Emilia Romagna, deliberazione n.276/2013).
Qui di seguito, a titolo indicativo, troverete il programma del corso che potrà essere riveduto e corretto in relazione alle esigenze formative proprie del Vostro Ente ed sulla base delle nuove disposizioni normative.

Metodologia didattica
Gli interventi formativi si svilupperanno in maniera tale da garantire la massima aderenza possibile alle diverse realtà aziendali e alle Vostre specifiche aree di operatività.
Secondo l’esperienza ormai consolidata da parte di Format, la metodologia didattica consiste nel favorire al massimo l’interattività tra docenti e discenti tramite l’esposizione e l’analisi di casi pratici, la risposta a quesiti proposti e lo svolgimento di esercitazioni.
Tutti i progetti formativi sono realizzati in forma di focus, il sistema integrato consulenza/formazione ampliamente sperimentato da Format sia in formazione interaziendale che in house.

Docenza
Il corso sarà tenuto da professionisti esperti della materia. Il corpo docente è lo stesso che compone i comitati scientifici dei quali la Format si avvale nella sua normale attività di formazione. Qui di seguito il gruppo di lavoro Anticorruzione, Trasparenza e Appalti Pubblici:
GRUPPO DI LAVORO ANTICORRUZIONE, APPALTI E TRASPARENZA
Avv. Francesco Paolo BELLO – Avvocato in Bari
Avv. Riccardo BIANCHINI – Avvocato Amministrativista e Civilista
Dr. Alessandro CACCIARI – Magistrato Tar e Consigliere di Stato
Avv. Edoardo CANALI – Avvocato in Bergamo
Avv. Angelo FANIZZA – Magistrato TAR Lombardia
Avv. Giovanni Battista GALLUS – Avvocato in Cagliari
Cons. Francesco LOMBARDO – Membro Commissione ANAC e Corte dei Conti
Avv. Silvano MAZZANTINI – Avvocato Amministrativista in Roma e docente contratti pubblici Università Luiss

Documentazione
La documentazione consisterà in una raccolta ragionata di sentenze, articoli specialistici e normativa integrativa, oltre eventualmente a relazioni dei docenti.
La documentazione sarà scaricabile da un’area a Voi riservata del nostro sito.

Strumenti utilizzati
La strumentazione utilizzata nel corso sarà quella classica, manuale ed informatica, utile per la docenza (computer, videoproiettore) e richiesta dal caso specifico.

Proposta Economica
Euro 4.500,00 (Euro quattromilacinquecento) + IVA se dovuta

La proposta economica è comprensiva di:
progettazione dell’intero percorso formativo
docenza
materiale didattico scaricabile da un’area a Voi dedicata del nostro sito
attestato di partecipazione rilasciato dall’Università degli Studi del Sannio

N.B. sono escluse dalla proposta economica eventuali spese di trasferta e a alloggio dei docenti

PROGRAMMA di massima
Indicazioni di carattere generale in materia di RUP, ai sensi dell’art. 213, comma 2, del codice dei contratti pubblici
Ambito di applicazione
Nomina del responsabile del procedimento
Compiti del RUP in generale

Compiti specifici del RUP, requisiti di professionalità, casi di coincidenza del RUP con il progettista o il direttore dei lavori o dell’esecuzione, ai sensi dell’art. 31, comma 5 del codice dei contratti pubblici
Requisiti di professionalità del RUP
Compiti del RUP per i lavori, nelle fasi di programmazione, progettazione e affidamento
Indicazioni generali
Verifica della documentazione amministrativa da parte del RUP
Valutazione delle offerte anormalmente basse
Compiti del RUP per i lavori nella fase di esecuzione
Requisiti di professionalità del RUP per appalti di servizi e forniture e concessioni di servizi
Compiti del RUP per appalti di servizi e forniture e concessioni di servizi
Importo massimo e tipologia di lavori per i quali il RUP può coincidere con il progettista, con il direttore dei lavori
Importo massimo e tipologia servizi e forniture per i quali il RUP può coincidere con il progettista o con il direttore dell’esecuzione del contratto
Responsabile del procedimento negli acquisti centralizzati e aggregati

Il RUP e la trasparenza
Gli obblighi di pubblicità e trasparenza imposti dal D.Lgs 97/2016 (FOIA) e dalle altre norme dell’ordinamento: ruolo del RUP come coordinatore della fase di trasmissione degli atti e dei provvedimenti per la pubblicazione
La pubblicazione dei dati sul sito web e comunicazione all’ANAC
La pubblicazione dei dati da trasmettere all’ANAC
La pubblicazione della determina a contrarre e pubblicazione dei dati relativi all’atto di aggiudicazione

La pubblicazione dei tempi medi di pagamento
La pubblicazione degli altri atti e dati: questione della pubblicazione dei dati relativi ai collaboratori (componenti delle commissioni, collaudatore e verificatore esterni, professionisti, consulenti, avvocati e patrocinatori) e conseguenze della mancata pubblicità
La gestione da parte del RUP del tradizionale accesso agli atti di gara e dell’accesso civico. I rapporti con il Responsabile della trasparenza

Il Responsabile del Procedimento nel “sistema anticorruzione” e nel nuovo PNA

RUP e project management: linee guida 3 come modificata dalla Determinazione ANAC 1007 dell’ottobre 2017.

Focus sul Rup nella gestione del contratto d’appalto

 

Scarica la scheda tecnica